Ecco Cosa ci Portiamo da Riga

Da giovedì 28 novembre a lunedì 2 dicembre, una selezione Under 16 della Domovip Porcia ha partecipato a Riga ad un torneo internazionale di altissimo livello. In un girone all’italiana, si sono sfidate San Pietroburgo (Russia), VK Minsk (Biellorussia), VK Selver Tallinn (Estonia), Gentofte Volley (Danimarca), Riga VS (Lettonia) e la nostra Domovip.

I nomi altisonanti delle partecipanti non hanno di certo deluso le aspettative. Ad affrontare le ragazze di Porcia si sono presentati dei veri e propri giganti mediamente 10 centimetri più alti, ma la tenacia delle nostre non è mai mancata. Oltre a vincere due partite ai danni di Tallin e Gentofte conquistando il quarto posto, non c’è mai stato alcun set dal finale scontato. Riga è una città bellissima, con il centro storico patrimonio UNESCO, quindi sapevamo che ci avrebbero aspettato delle belle giornate in una delle città più affascinanti del Nord, ma la risposta sul campo delle ragazze è andata ben oltre le aspettative. Nonostante la giovane età, le ragazze hanno affrontato questo viaggio con vero spirito da atlete, dimostrando grande capacità di adattamento alle condizioni non proprio semplici del luogo, oltre alla serietà che dall’hotel all’atteggiamento sul campo hanno sempre contraddistinto il gruppo. A prova di questo siamo stata l’unica panchina filmata dall’organizzazione, che ha condiviso sui suoi social lo spirito di chi dal primo all’ultimo punto del torneo, non ha mai smesso di dare il proprio contributo anche fuori dal rettangolo di gioco. Non vorremmo esagerare con gli elogi ma davvero vorremmo cercare di far capire a tutti quanto ci abbia reso orgogliosi questo gruppo, che ha affrontato una lunga trasferta come se avessero già esperienza internazionale di alto livello. In effetti i nostri tornei di Pasqua e Natale, insieme a quello di Budapest, forse hanno iniziato a lasciare il segno.

Tutto questo è stato reso possibile anche grazie a quello che probabilmente è stato lo staff più completo di tutte le squadre, con Felice Zuccarelli e Doriana Cornacchia al timone della squadra, Matteo Pavan accompagnatore, Matteo Cornacchia direttore sportivo e Ivan De Zan che con grande passione si è occupato della logistica permettendo a staff e giocatrici di potersi concentrare totalmente sul campo. Oltre a loro anche genitori e Tiziano Cornacchia, responsabile generale della Polisportiva San Giorgio.

Sono stati molti i punti di riflessione che possiamo portarci a casa, come quello dell’allenatrice arrivata al primo posto con Minsk, che a fine torneo ha dedicato una medaglia d’oro della sua squadra a Felice Zuccarelli con il quale avevamo appena concluso una splendida partita. Oppure i danesi del Gentofte, che nonostante non stessero nemmeno giocando con noi, quando hanno visto una nostra ragazza in difficoltà si sono subito preoccupati di soccorrerla.

Tra i momenti memorabili c’è stata senz’altro anche la consegna della maglia da gioco Domovip autografata dalla prima squadra, a Pāvels Seļivanovs, direttore della scuola ma soprattutto medaglia d’oro di pallavolo con l’Unione Sovietica ai Giochi Olimpici di Mosca 1980. Proprio lui venendo alla Cornacchia World Cup con la Lettonia, ha pensato di invitarci a questo splendido torneo.

Vi invitiamo a vedere le nostre storie su Instagram qui oppure a dare un’occhiata al nostro album fotografico, in attesa delle immagini ufficiali della manifestazione.

Grazie ancora a tutti i genitori che hanno reso possibile questa indimenticabile avventura.

Eventi, Giovanili